Approfondimenti

La sverniciatura chimica: che cos’è

Che cos’è la sverniciatura chimica

Il trattamento di sverniciatura chimica è il naturale completamento delle tecniche di sverniciatura principalmente in uso e viene utilizzata dalla Simet nei due grandi campi di applicazione:

  • sverniciatura chimica per il recupero delle attrezzature di linee di verniciatura in alluminio e/o con supporti in plastica
  • sverniciatura chimica per il recupero dei prodotti verniciati considerati di scarto perché con difetti di verniciatura

La sverniciatura chimica utilizzata dalla Simet consiste nella asportazione della vernice con utilizzo di sostanze chimiche, appositamente sviluppate e messe a punto dalla Simet. La lavorazione prevede l’immersione dei componenti da sverniciare nello specifico sverniciante, differenziato a seconda delle tipologie di materiale da trattare e della vernice da eliminare.

La sverniciatura chimica è particolarmente indicata nel trattare pezzi in alluminio, leghe di alluminio, zama, rame e plastica che non sono trattabili con altre metodologie a causa della loro delicatezza e deformabilità, a seguito del loro relativamente basso punto di fusione.

La Simet per la sverniciatura chimica non utilizza prodotti a base di solventi clorurati (cloruro di metilene), fenoli, ammine, bensì prodotti a base alcalina, non corrosivi per i manufatti trattati ma altamente efficaci e ad un costo sostenibile per il cliente, che recuperando i pezzi di scarto con la sverniciatura chimica eseguita dalla Simet riesce ad ottenere un elevato risparmio finale.